Rofle

ROVEREDO, antico nome tedesco: Rofle; in dialetto locale: Rorè.
Comune dei Grigioni (Svizzera), capoluogo del distretto della Moesa; (1219: de Regoredo; antico nome tedesco: Rofle).
Alcuni scavi hanno portato alla luce monete romane di rame e bronzo e una necropoli romana. Dall’epoca longobarda in poi Roveredo fu diviso in quattro degagne: Campagna (l’attuale S. Giulio), S. Fedele, Toveda e Oltracqua. Il quartiere di Roveredo fu assegnato al tribunale di Mesolcina e passò come feudo alla famiglia De Sacco al più tardi nell’XI secolo. Nel 1480, Giovanni Pietro De Sacco vendette la signoria di Mesolcina a Gian Giacomo Trivulzio. Questi fece ristrutturare e fortificare la sede dei Signori De Sacco, oggi Palazzo Trivulzio, che era già stato ristrutturato in precedenza nel 1335, e stabilì una zecca a Roveredo.
Roveredo diede i natali a numerosi artisti che lavorarono come apprezzati architetti, stuccatori, pittori in Germania e Austria, come Albertalli, Barbieri, Bonalini, Broggio, Comazio, de Gabrieli, Riva, Sciascia, Zuccalli.
La prima scuola risale al 1572. Nel 1583 Carlo Borromeo fondò a Roveredo il collegio dei gesuiti, che ebbe però vita breve. Il Ginnasio de Gabrieli è esistito dal 1747 al 1853, e il Collegio di S. Giulio, poi S. Anna, ha aperto le sue porte nel 1855. Il comune ospita la scuola secondaria, il tribunale circondariale e quello distrettuale.
Nel 1907 fu inaugurata la ferrovia Bellinzona-Mesocco, le cui corse furono soppresse nel 1972. La costruzione dell’autostrada A13 negli anni 1960-70, che attraversava l’abitato, ha avuto grande impatto sull’ambiente e sull’aspetto di Roveredo. Una nuova circonvallazione, parzialmente in galleria, inaugurata nel novembre 2016 ha rinnovato per Roveredo la sua più accogliente immagine.
(Estratto del Il Dizionario storico della Svizzera DSS. https://hls-dhs-dss.ch).
Rofle Asset & Wealth Management: vuoi saperne di più?